I due angeli della misericordia – Il boia e l’angelo

Seconda opera della triade del 2007
I due angeli della misericordia

L’ Opera è la seconda della triade Caravaggesca. Essa sintetizza gli angeli posti nella parte superiore dell’opera originale “le sette opere di Misericordia”.
Il colore blu vibrante dallo sfondo in quest’opera è più presente e sta a indicare il contrasto tipico del Caravaggio in cui egli applica la tecnica luce – ombra .

Le due teste degli angeli di color arancio sono poste nella parte mediana orizzontale e le braccia di ognuno sono di colore verde, con una tonalità più chiara perché più illuminato rispetto all’ originale; le ali invece sono sintetizzate  e riprese con la stessa inclinazione e luce.

 

Terza opera della triade
Il boia e l’angelo

L’opera è la sintetizzazione del Martirio di san Matteo, in particolare il primo cerchio marrone posto in alto rappresenta la testa dell’angelo che si protende verso il Santo dalle nuvole.
Il verde brillante delle stesse è stato scelto per la forte luce che dà il Caravaggio nell’originale, mentre la figura del boia, posta sotto all’angelo, è piegata verso San Matteo, del quale qui compare solo un fianco di colore verde scuro.
Caratteristica comune è lo sfondo brillante di color blu che  richiama il forte desiderio di auto espressione dell’ artista .